Azioni informatiche

Gli attacchi più comuni  si identificano nell'azione di hacking , cracking, thiefing.

La prima, posta in essere dagli hacker, comprende l'insieme dei metodi, delle tecniche e delle operazioni volte a conoscere, accedere e modificare un sistema hardware o software. Oggi, con l'ampliamento del  significato del termine hacking si intendono anche tutte le attività professionali volte a testare i sistemi informatici al fine di valutarne e comprovarne la sicurezza e l'affidabilità.

Con il termine cracking ci si riferisce all'azione posta in essere dai cracker che intervengono su un  software per rimuovere la protezione dalla copia, oppure per ottenere accesso a un'area altrimenti riservata allo scopo di trarne profitto. Alcune tecniche utilizzate sono simili a quelle degli hacker, ma le finalità diverse, Tuttavia permane nell'uso comune la sovrapposizione dei due termini.

Il termine thiefing deriva dall'inglese "thief" che significa "ladro" per evidenziare l'azione che prevede l'utilizzo dei dati della vittima per sfruttarne i servizi telematici come connessione ad Internet, traffico voce, ecc... senza autorizzazione.
 L'attività più frequente e facile da realizzare da chiunque è quella di cercare con il proprio PC le reti wireless (senza fili) disponibili nello spazio circostante ed utilizzarne una non protetta per la connessione ad Internet.

In ogni caso è necessario sottolineare che il primo passo che un responsabile di attacco informatico fa è quello di ricercare il maggior numero possibile di informazioni sulla macchina che vuole attaccare.